ODIA IL PROSSIMO TUO – Luca Poldelmengo

Kowalski 2009

TRAMA

Flavio è un ex brigatista che esce di galera dopo 25 anni. Tegla è una prostituta che la sua di galera la vive sulla strada. Poco lontano Cristiano, Luca e i loro amici, Renato e la moglie, vivono la Roma-bene ognuno con la propria inquietudine e qualche segreto. Andrea, Sella, Igor completano un quadro eterogeneo di umanità in cui tutti si trovano loro malgrado ad essere attori di una sceneggiatura scritta dal caso, ma da loro interpretata spietatamente.

OSSERVAZIONI

Un intreccio di personaggi e di storie concatenate dal caso e dall’equivoco che mette a nudo la faccia cruda e a volte disperata di un’inquietudine esistenziale travestita da apparente normalità: non guarda in faccia né al ricco, né al povero o all’emarginato. Il dolore, l’odio, l’ipocrisia sono espressione immediate di pulsioni elementari ma anche conseguenze elaborate del tentativo di sopravvivere.

Pur all’interno di questa prospettiva, ci sono sprazzi di amore, generosità, altruismo. Anche se non bastano a cambiare il destino delle persone. La crudezza e la durezza, l’ingiustizia dei personaggi non ci fa sentire migliori perché, se siamo disposti ad un esame di coscienza, ci rivela qualcosa di noi stessi, neanche troppo nascosto.

Personaggi, temi e ambientazione non particolarmente originali ma armonizzati in una storia cruda e coerente. Un ottimo risultato in quanto noir d’esordio, una storia da leggere.

GIUDIZIO

GIUDIZIO_57

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: